01

Diga Marittima per l’Energia del Moto Ondoso. Sopra: spaccato assonometrico.

Il DIMEMO persegue un obiettivo assai noto in idraulica per applicazioni nel campo dell’energetica, e cioè quello di costituire un carico idraulico. Stavolta però questo “goal” viene ottenuto tramite l’ausilio della forza del mare. Per il tramite di una rampa opportunamente disegnata sulla quale l’onda incidente risale, si riversano le acque “tracimanti” nella vasca di accumulo: si costituisce così il carico idraulico che alimenta le turbine. La vasca, operando un effetto di laminazione delle portate, permette di ovviare alla irregolarità delle onde, costituendo una maggiore continuità nella dispensa di energia con la riduzione drastica di regimi transitori tra una fase di ricarica e l’altra. Ne risulta un’elevata stabilità di produzione, una maggiore vita tecnica del complesso generatore-turbina ed un’efficacia globale ineguagliabile. Infatti, il DIMEMO ha il vantaggio di funzionare per differenti altezze di carico idraulico agenti sulla turbina, assicurando tra le più alte efficienze “onda-cavo” disponibili sul mercato. In pratica il sistema permette di minimizzare il numero di fasi “start/stop” dell’apparato elettro-meccanico. Tecnicamente il DIMEMO si presenterà (eccezion fatta per la forma) come i classici muri paraonde in calcestruzzo armato, e dunque costruito in sito con tecniche tradizionali. E’ da sottolineare come il DIMEMO può essere utilizzato non solo nelle dighe ex-novo ma anche per l’ammodernamento di quelle esistenti, delle quali si conserveranno, ad esempio, la parte di scogliera sottostante. Il grande vantaggio rispetto ad un muro paraonde tradizionale (oltre alla possibilità della produzione energetica) consta in un grande risparmio sul quantitativo di massi naturali o artificiali costituenti la mantellata e di calcestruzzo da impiegare per il coronamento della diga. In termini di efficacia della produzione, il DIMEMO appare oggi il miglior compromesso in applicazioni nel Mediterraneo. A differenza, infatti, di altri dispositivi che necessitano di “entrare in fase” con l’onda, il DIMEMO, riesce a raccogliere il contributo dell’intero stato di mare con tutte le sue irregolarità nella distribuzione nel dominio del tempo. Ovviamente, la configurazione geometrica è site specific, adattata sulla base delle specifiche climatiche del paraggio in esame.

 

 

 

Rimani in contatto con noi

Inviaci la tua richiesta