Questo Progetto di Innovazione Sociale, – co-finanziato sui fondi del PON “RICERCA E COMPETITIVITÀ” 2007-2013 PER LE REGIONI CONVERGENZA (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR per il 50% e sul Fondo di Rotazione – FdR per il 50%) Codice Progetto PON04a3_00303 “DIMEMO-DIga Marittima per l’Energia del Moto Ondoso” –  ha lo scopo di promuovere le fasi finali di ricerca di un innovativo sistema di conversione di energia ondosa in energia elettrica, appropriatamente studiato per i climi meteomarini del Mediterraneo e configurabile per contesti oceanici, con costi economici che riescono a comportare economie rispetto alle tradizionali tecniche di realizzazione delle opere esterne dei porti e difese costiere. Il tutto con dimostrati vantaggi alla collettività in termini di impatto paesaggistico ed ambientale.

Per quanto concerne i vantaggi economici, gli aspetti da tener ben presenti sono duplici. Anzitutto, l’attività di ricerca scientifica può tramutarsi in breve tempo in innovazione industriale e tecnologia commerciale, attraendo investitori internazionali del settore. Il secondo aspetto, non meno importante, è rappresentato dall’indotto e dagli altri benefici indiretti che si possono trarre, primi tra tutti il Know-how da esportare in tutti quei paesi (soprattutto in via di sviluppo) che effettivamente dispongono di una risorsa energetica marina enorme.

Si tratta, in pratica di seguire orme già tracciate da altri paesi europei (vedi la Danimarca per l’eolico e la Germania per il fotovoltaico) e da alcuni Istituti di Ricerca Universitari delle Regioni del Nord Italia, che hanno fatto esperienza di un ritorno di business molto maggiore nell’esportazione della proprietà intellettuale e dell’esperienza tecnica piuttosto che nella diretta applicazione commerciale nel mercato interno. Da questo punto di vista, c’è un fattore tecnico di eccezionale importanza: il Mediterraneo, infatti, può rappresentare un laboratorio naturale in scala ridotta dei climi meteo-marini Atlantici.

Il presente Progetto prevede 7 fasi di sviluppo.

Fase 1. Studio sperimentale di laboratorio per la ottimizzazione geometrica del DIMEMO.
Fase 2. Studio degli apparati elettro-meccanici di potenza.
Fase 3. Studio per la modellazione numerica e realizzazione di software di calcolo ausiliario.
Fase 4. Valutazione dettagliata del potenziale sottocosta per la Regione Campania ed altre località del Mediterraneo.
Fase 5. Analisi di fattibilità tecnico-economica per l’individuazione dei siti più promettenti per l’installazione della tecnologia.
Fase 6. Per uno o più siti campani o delle altre regioni si convergenza selezionati, si provvederà ad uno studio particolareggiato caratterizzato dai seguenti step:

6.1 Progettazione preliminare: identificazione dei parametri progettuali critici e dimensionamento del dispositivo;
6.2 Master plan dell’ammodernamento del porto;
6.3 Studio di laboratorio particolareggiato (in scala 1:20-1:50) ed intensiva analisi numerica;
6.4 Progettazione definitiva;

Fase 7. Impianto Pilota:

7.1   Gestione Iter Autorizzativo;
7.2   Progettazione esecutiva/cantierabile;
7.3 Costruzione del prototipo
7.4  Monitoraggio e Collaudo finale.

Rimani in contatto con noi

Inviaci la tua richiesta