rain

LOGOHD

The Most Advanced Maritime Breakwater in the world

Capturing

Che cos'è DIMEMO

CHE COS’E’ DIMEMO

L’esigenza della conservazione delle risorse vitali per l’uomo non può più permettersi un carattere difensivo, ma deve necessariamente caricarsi di una forte tensione progettuale per rimuovere la cause strutturali di degrado e ristabilire un nuovo equilibrio tra società e ambiente.quello delle Costruzioni marittime e del loro inserimento urbanistico-ambientale.

 

OBIETTIVO

La Comunità Scientifica Internazionale ha delineato alcuni punti chiave su cui basarsi per questa attività di screening delle tecnologie di conversione del moto ondoso. Questi sono:

  • sviluppare tecnologie di “estrazione” affidabili;
  • mantenere il più possibile costi contenuti;
  • promuovere sistemi eco-compatibili.

A partire da tali indicazioni, e sulla scorta dell’esperienza diretta maturata nel settore, è apparso evidente che l’obiettivo principale è incoraggiare lo sviluppo economico ed ambientale sostenibile delle infrastrutture portuali e delle difese costiere, studiando la possibilità di integrare le opere di difesa con dispositivi di conversione dell’energia ondosa in elettricità; quest’ultima potrà essere impiegata al sevizio delle attività portuali e/o per soddisfare la domanda delle comunità locali. Attraverso questo progetto di innovazione sociale si vuole contribuire allo sviluppo di una innovativa tecnologia di estrazione del potenziale ondoso, capace di produrre elettricità “pulita” a costi estremamente contenuti.

PROTOTIPO

Il DIMEMO persegue un obiettivo assai noto in idraulica per applicazioni nel campo dell’energetica, e cioè quello di costituire un carico idraulico. Stavolta però questo “goal” viene ottenuto tramite l’ausilio della forza del mare. Per il tramite di una rampa opportunamente disegnata sulla quale l’onda incidente risale, si riversano le acque “tracimanti” nella vasca di accumulo: si costituisce così il carico idraulico che alimenta le turbine. La vasca, operando un effetto di laminazione delle portate, permette di ovviare alla irregolarità delle onde, costituendo una maggiore continuità nella dispensa di energia con la riduzione drastica di regimi transitori tra una fase di ricarica e l’altra.

il DIMEMO appare oggi il miglior compromesso in applicazioni nel Mediterraneo. A differenza, infatti, di altri dispositivi che necessitano di “entrare in fase” con l’onda, il DIMEMO, riesce a raccogliere il contributo dell’intero stato di mare con tutte le sue irregolarità nella distribuzione nel dominio del tempo. Ovviamente, la configurazione geometrica è site specific, adattata sulla base delle specifiche climatiche del paraggio in esame.

PROGETTO

Questo Progetto di Innovazione Sociale, – co-finanziato sui fondi del PON “RICERCA E COMPETITIVITÀ” 2007-2013 PER LE REGIONI CONVERGENZA (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR per il 50% e sul Fondo di Rotazione – FdR per il 50%) Codice Progetto PON04a3_00303 “DIMEMO-DIga Marittima per l’Energia del Moto Ondoso” –  ha lo scopo di promuovere le fasi finali di ricerca di un innovativo sistema di conversione di energia ondosa in energia elettrica, appropriatamente studiato per i climi meteomarini del Mediterraneo e configurabile per contesti oceanici, con costi economici che riescono a comportare economie rispetto alle tradizionali tecniche di realizzazione delle opere esterne dei porti e difese costiere. Il tutto con dimostrati vantaggi alla collettività in termini di impatto paesaggistico ed ambientale.

Per quanto concerne i vantaggi economici, gli aspetti da tener ben presenti sono duplici. Anzitutto, l’attività di ricerca scientifica può tramutarsi in breve tempo in innovazione industriale e tecnologia commerciale, attraendo investitori internazionali del settore. Il secondo aspetto, non meno importante, è rappresentato dall’indotto e dagli altri benefici indiretti che si possono trarre, primi tra tutti il Know-how da esportare in tutti quei paesi (soprattutto in via di sviluppo) che effettivamente dispongono di una risorsa energetica marina enorme.

 

QUESTIONE ECONOMICA E SOCIALE

Gli aspetti da tener ben presenti per quanto concerne i vantaggi economici, sono duplici. Anzitutto, l’attività di ricerca scientifica può tramutarsi a breve-medio termine in innovazione industriale e tecnologia commerciale, attraendo investitori internazionali del settore. Tenuto conto che l’Italia è in gran parte circondata dal mare (7456 km di costa), la sua futura domanda di energia potrebbe essere sostenuta da una fonte di energia basata sul mare. D’altronde, i prezzi italiani dell’elettricità sono effettivamente tra i più alti d’Europa. Il settore elettrico italiano è tradizionalmente basato sul consumo di petrolio/gas naturale e dipende tuttora da fornitori esteri, richiedendo notevoli importazioni di energia elettrica dai paesi confinanti (Francia, Austria, Svizzera e Slovenia).

(altro…)

QUESTIONE ETICA ED AMBIENTALE

Produrre elettricità da fonte rinnovabile nel cuore delle città e a costi sostenibili è il nuovo modo di concepire il mondo come una rete di piccoli villaggi. Per le piccole comunità isolane che ottengono elettricità tramite costosi ed inquinanti generatori diesel, l’applicazione come frangiflutti è di sicuro quella più fattibile (tra le altre rinnovabili) per sostituire la risorsa energetica.

Per provvedere ad un output di elettricità controllato, si potrà scegliere di produrre all’occorrenza corrente elettrica o idrogeno, da utilizzare per la stessa produzione elettrica nei periodi di mare calmo o, ancora, produrre acqua potabile mediante trattamento osmotico. Quest’ultima applicazione per la produzione idropotabile, assume connotati etici elevatissimi se riconosciuta a contesti disagiati dei tratti costieri dei paesi africani o asiatici, dove l’accesso a servizi di acqua potabile è ancora oggi tragicamente compromessa.

Nello specifico si pensa alle infrastrutture portuali connesse agli impianti petroliferi sottocosta che, appunto, potrebbero ospitare il sistema DIMEMO come intervento di compensazione ambientale. (altro…)

PON
MIUR
Ministero Sviluppo Economico
Unione Europera

Rimani in contatto con noi

Inviaci la tua richiesta